A PONTECORVO LISI INCONTRA SINDACO E ASSESSORE PER IL RILANCIO DELLA DOP DEL PEPERONE
28 dicembre 2010

A PONTECORVO LISI INCONTRA SINDACO E ASSESSORE PER IL RILANCIO DELLA DOP DEL PEPERONE

“Per il peperone D.o.p. di Pontecorvo occorre voltare pagina e iniziare il nuovo anno con una programmazione ancor più importante dal punto di vista della comunicazione e della valorizzazione di una delle eccellenze del paniere dei prodotti ciociari”.Così Gianni Lisi, direttore provinciale della Coldiretti ciociara che, nei giorni scorsi, presso la sede di Pontecorvo della propria organizzazione, ha incontrato, insieme al responsabile di zona Tommaso Di Brango, il sindaco della città, Michele Notaro Sirianni, e l’assessore all’agricoltura Tommaso Del Signore. “Ringrazio il primo cittadino e l’assessore all’agricoltura per aver accettato il mio invito a vederci per meglio declinare un percorso che possa diventare presto virtuoso per l’economia del territorio di produzione del peperone. Ringrazio, inoltre, l’agronomo Massimo Caporuscio, Marino Renzi e Antonio Migliorelli con i  quali più volte abbiamo condiviso la necessità di istaurare una più proficua collaborazione per permettere un’azione di sinergia adatta a dare risposte adeguate alle attese del settore primario a Pontecorvo”. Fin qui Lisi al quale hanno fatto eco il sindaco Notaro e l’assessore De Signore. “Indubbiamente – hanno sottolineato gli amministratori - il recente riconoscimento della Dop per il peperone di Pontecorvo, oltre a essere un traguardo significativo impone delle nuove riflessioni su come porci all’attenzione dell’opinione pubblica e degli stessi produttori con più vigore ed una programmazione più strutturata”.Il Peperone di Pontecorvo e' prodotto in provincia di Frosinone, oltre che a Pontecorvo, in parte dei comuni di Esperia, S. Giorgio a Liri, Pignataro Interamna, Villa S.Lucia, Piedimonte S. Germano, Aquino, Castrocielo, Roccasecca e San Giovanni Incarico. “Le caratteristiche che rendono unico il peperone sono l'elevata sapidita' e la sua migliore digeribilita' associata ad una buccia sottile – ha concluso Lisi.” Oggi esistono – ha commentato il presidente di Coldiretti Pontecorvo, Damiano Renzi - tutte le condizioni per tentare di dare nuovo slancio a questa coltura e noi come organizzazione intendiamo profondere il massimo sforzo in questa direzione.”A gennaio l’amministrazione comunale – hanno assicurato sindaco ed assessore – organizzerà un incontro presso l’aula consiliare incentrato proprio sul peperone e sugli scenari futuri.
  

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi