COLDIRETTI ROMA: SUCCESSO PER L’INIZIATIVA SULL’IMU
18 giugno 2012

COLDIRETTI ROMA: SUCCESSO PER L’INIZIATIVA SULL’IMU

Favorire una corretta ed omogenea applicazione sul territorio dell’IMU per le imprese agricole di Roma e provincia. Questo uno degli obiettivi del forum, seguitissimo e davvero partecipato, che si è svolto oggi a Roma, preso la sala consiglio della Camera di Commercio della Capitale. Moltissimi i sindaci presenti che, insieme ai rappresentanti degli uffici tributi e a diversi consiglieri ed assessori degli oltre 120 comuni della provincia romana, hanno risposto presente all’appello dell’organizzazione agricola del presidente David Granieri e del direttore Aldo Mattia. Insieme a loro il presidente regionale di Coldiretti Lazio, Massimo Gargano ed il responsabile fiscale di Coldiretti nazionale, Domenico Buono. Al tavolo dei relatori anche il sindaco di Roma Capitale On. Gianni Alemanno che ha catalizzato l’attenzione di tutti i presenti con una intervento apprezzato e come al solito puntuale e preciso. “Coldiretti – ha sottolineato Granieri – si è impegnata in questo periodo proprio in direzione di una “corretta applicazione” dell’IMU. Infatti, dopo aver scritto nei mesi scorsi a tutti i Sindaci per sensibilizzarli in merito alla loro facoltà di mitigare l’impatto della nuova imposta sulle imprese agricole, si è data da fare per ridefinire il quadro nel rispetto delle normative.
Onde evitare dubbi è bene rimarcare che l’Imu non risparmierà il settore agricolo, anche se l’impatto sarà decisamente meno pesante rispetto a quanto stabilito inizialmente proprio grazie all’intervento di Coldiretti. Una novità importante  della mobilitazione di Coldiretti sull’Imu ha permesso, rispetto alla iniziale formulazione, per quel che riguarda i fabbricati rurali strumentali (stalle, depositi, agriturismi, fienili, etc.) ubicati nei Comuni classificati montani o parzialmente montani di diventare esentati dall’IMU. Domenico Buono Responsabile Fiscale Coldiretti Nazionale, ha illustrato le novità principali delle nuove normative a livello generale, tra cui l’applicazione dell’aliquota minima dello 0,2% sui fabbricati rurali strumentali ricadenti in Comuni non montani. Per quanto riguarda i terreni agricoli, posseduti e condotti da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola - ha precisato Buono -  è stato introdotto un coefficiente moltiplicatore utilizzato per il calcolo della base imponibile pari a 110 (rispetto a 120) e introdotte esenzioni e riduzioni di imposta previste in parte anche nella vecchia ICI. Per i terreni non posseduti da “professionali” è previsto, invece, un aumento del coefficiente moltiplicatore da 130 a 135. Altra novità - ha aggiunto Buono - riguarda i terreni edificabili utilizzati per l’esercizio dell’attività agricola, assoggettati all’imposta determinata sul valore catastale in luogo del valore mercato a condizione che sugli stessi persista l’utilizzazione agro-silvo-pastorale. Ebbene, tale agevolazione viene ora esplicitamente estesa anche alle società “professionali”, risolvendo così un annoso problema. Per ora si pagherà - ha concluso Buono - solo il 30 per cento della tassa calcolata, sugli immobili delle imprese agricole rimasti soggetti all’imposta: una volta quantificata la somma derivante dalla prima rata dell’IMU e individuati con precisione tutti i fabbricati agricoli (entro il 30 giugno scadono i termini per le domande di variazione catastale ed entro il 30 novembre vanno accatastati tutti i fabbricati non iscritti), il Governo rideterminerà le aliquote così da limitare l’onere a carico del settore agricolo.
Il risultato ottenuto sull’IMU - ha precisato il Direttore della Coldiretti di Roma Aldo Mattia che ha ringraziato il sindaco Alemanno per la presenza e il contributo dato ai lavori - si è avuto anche grazie all’attività di concertazione e alle altre iniziative promosse dalla Coldiretti a tutti i livelli, con l’accoglimento di molte delle richieste avanzate per limitarne e renderne più giusto l’impatto sul settore primario.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi