DONNE IMPRESA
22 maggio 2014

DONNE IMPRESA

 

"Siamo ciò che mangiamo" 
(Ludwig Feuerbach)
Se è vero quanto affermava il filosofo Feuerbach,  una dieta equilibrata è il primo passo per poter preservare al meglio la nostra salute evitando di ritrovarci con patologie anche piuttosto gravi da dover poi affrontare. È ormai certo che alcune malattie sono in stretta relazione con le cattive abitudini alimentari, intese come non solo come eccesso di cibo e nelle quali i consumi, oltre ad essere eccessivi, sono rivolti a cibi cosiddetti "ricchi" come dolciumi, carne, burro e altri alimenti grassi, alcol. Se ciascuno di noi si rendesse conto dei rischi che gli squilibri alimentari comportano per la salute, malattie come il diabete, l’ipertensione, l’arteriosclerosi, l’osteoporosi, la calcolosi biliare, l’uricemia, l’insorgere di alcuni tipi di tumore ed altre ancora potrebbero essere evitate, o almeno ridotte.
Quando si parla di dieta si pensa solo a un modo per dimagrire, per lo più attraverso sacrifici e rinunce, in realtà il concetto di dieta dovrebbe essere associato allo stare bene, sentirsi in forma e di buon umore, senza sacrifici trovando il giusto equilibrio e piacere a tavola. Si, proprio piacere, perché mangiare deve essere un piacere sia nella scelta dei cibi che nel tempo che ci si dedica per acquistarli, prepararli e degustarli.
Ed è il cibo la vera medicina, un cibo sano, fresco, di stagione e possibilmente a KM 0, rigorosamente OGM FREE.
La battaglia di Coldiretti contro i cibi geneticamente modificati è a tutela dell' identità di ciascun prodotto che verrebbe meno e delle vocazioni colturali di alcune aree produttive che sarebbero compromesse; lo sganciamento dal territorio di produzione può apparire irrilevante per un prodotto di tipo industriale, ma non lo è sicuramente per la produzione agricola, per la rilevanza che assume sul piano delle caratteristiche qualitative ed in rapporto all’identità culturale.
Il progetto chilometri zero della Coldiretti si pone l’obiettivo di facilitare l’accesso dei consumatori alla produzione agricola tagliando le intermediazioni e riducendo le distanze che deve percorrere il cibo con mezzi spesso inquinanti prima di giungere a tavola, con effetti positivi sul piano economico, salutistico e ambientale.
Con il progetto "Campagna Amica" è possibile  acquistare direttamente dagli agricoltori prodotti agroalimentari genuini del territorio, capaci di soddisfare il consumatore nelle sue aspettative in termini di identità, tipicità, sicurezza alimentare, qualità organolettiche, convenienza e salvaguardia ambientale. I prodotti freschi di stagione con la loro genuinità consentono di cogliere l’unicità del sapore e della capacità nutrizionale  loro trasferita dalle peculiari caratteristiche climatiche, varietali e territoriali dell’ambiente d’origine.
Uno stile di vita sano e una dieta varia vanno adottati fin dalla più tenera età, ma non è mai troppo tardi per cambiare menu e per volersi un po' più bene.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi