FESTIVAL DELLE STORIE
28 agosto 2015

FESTIVAL DELLE STORIE

Storie di visciole, di peperoni, di fragole, more e lamponi. Storie di giovani donne che hanno scelto di tornare alla terra, di riprendere le attivitá di famiglia e condividere così un progetto di  riscoperta e rilancio del proprio territorio. Protagonista del Festival delle Storie, giovedì ad Alvito, nelle sale dell'agriturismo Erbadoro, è stata la Coldiretti di Frosinone e del Lazio. A brillare sono state Federica Ferrante, di Terracina, che oggi guida l'azienda di famiglia, leader della produzione di fragole favetta e Federica Iafrate, che ad Arpino gestisce una impresa che produce e vende frutti di bosco. Con loro, anche Luigi Castrechini, presidente del Consorzio del peperone Dop di Pontecorvo. I tre giovani imprenditori hanno raccontato, intervistati da Vittorio Macioce, le loro storie di vita e di lavoro, ripercorrendo i momenti difficili dell'esordio, la fatica e i sacrifici di una scelta impegnativa, ma che oggi, a distanza di anni, regala anche gioie e soddisfazioni. È grazie alla loro tenacia se oggi i frutti di bosco di Arpino, le fragole di Terracina e il peperone di Pontecorvo riscuotono successo sui mercati. E in questo caso successo significa economia, reddito e occupazione in un settore, l'agricoltura, che oggi vive una esaltante rinascita dopo un lungo, colpevole abbandono. "Questi giovani - ha  commentato Aldo Mattia, direttore della Coldiretti del Lazio - testimoniano il successo del nostro progetto di ricostruzione dell'agricoltura ciociara. Lo scetticismo iniziale ha lasciato il posto a splendide realtà produttive. I nuovi insediamenti agricoli, sostenuti anche grazie alle risorse del Psr, sono la migliore risposta a tutti coloro che quindici anni fa celebravano i funerali della terra e prospettavano per la Ciociara un futuro esclusivamente industriale. Ora però serve uno scatto ulteriore per promuovere, qui nella Valle, un disegno unitario. Dobbiamo superare la frammentazione, il campanalismo. Dobbiamo unire i comuni e le imprese per far confluire tutte le energie - ha auspicato Mattia - su progetti di sviluppo rurale che siano comuni e condivisi".

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi