Macellazione equini
10 febbraio 2010

Macellazione equini

La Coldiretti di Frosinone si dichiara d’accordo con coloro i quali stanno formulando la proposta di legge che prevede il divieto di
macellazione degli equini”. Questo è quanto afferma il Direttore della Coldiretti di Frosinone - Gianni Lisi che, approfittando dell’occasione- aggiunge- “potrebbe essere un momento favorevole oltre che per tutti gli equini, soprattutto per il cavallino di Esperia, animale molto festeggiato in fiera cavalli e in una straordinaria pubblicazione ma, di fatto, ancora poco tutelato”.
“E’ giusto assicurare dignità e rispetto al cavallo esattamente come accade per il cane ed il gatto, riconosciuti da molti anni amici
dell’uomo e quindi animali da “compagnia” ribadisce Lisi. Tutto parte dalla proposta di Paola Frassinelli, Vicepresidente della
Commissione Cultura alla Camera e dalla spinta vigorosa del Sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che forti anche dello
sponsor “pesante” del Ministro Zaia, stanno formalmente chiedendo al nostro Governo, finalmente, la fine della macellazione dei cavalli, asini e muli.
Sarebbe opportuno a questo punto che la Provincia ed in particolare l’Assessorato all’Agricoltura oltre che promuovere e valorizzare il pony di Esperia, facesse gli opportuni passi istituzionali per dare più forza alla proposta di legge Frassinelli/Martini.
Del resto, è abbastanza semplice, bisognerebbe creare un movimento di “pensiero”, una raccolta firme ed adottare magari qualche delibera di sostegno alla proposta di legge già in iter in cui il cavallo passerebbe dallo status di "animale di reddito" a quello di "animale d'affezione" e la sua carne, quindi, verrebbe equiparata e considerata alla stregua di quella dei cani e dei gatti.
Questa sostanziale differenza porterà a proibire la macellazione del quadrupede. .La tradizione gastronomica laziale, del resto, vanta un consumo bassissimo pari al 5,5% contro il 32% Pugliese ed è legato soprattutto a delle prescrizioni che si facevano decenni fa da medici e nutrizionisti a chi abbisognava di un regime carneo senza grassi.
Oggi, lo scenario è cambiato, magari “per far buon sangue” agli anemici, convalescenti e donne incinte si può trovare qualche altra cosa o addirittura anche la possibilità di consentire alcune importazioni di carni equine dall'estero, ai soli fini della realizzazione delle specialità tradizionali contenenti tali carni o a scopo terapeutico, ammesso che
se ne possa ancora parlare in questi termini. E’ utile comunque ricordare- precisa Lisi­ - che il consumo di carne di
cavallo è in calo costante, circa un chilo pro capite, segno inequivocabile di una trasformazione culturale che identifica il cavallo come animale domestico d’affezione e non più come animale da reddito.
Plauso per la pubblicazione del Dr. Edoardo Battista, attenta e precisa sull’unica razza equina autoctona della nostra Provincia, utile poi, quanto fatto dalla Provincia e l’Associazione Allevatori del Pony di Esperia, ma sottolinea il Direttore Lisi – occorre dare forza con atti istituzionali alle proposte di legge di cui sopra,poiché potrebbero essere maturi i tempi per evitare la macellazione ad uno degli animali più sensibili ed intelligenti. Infine occorre ricordare che Coldiretti Frosinone, nelle manifestazioni
dei mercati di “Campagna Amica”, che hanno una cadenza quindicinale su diversi comuni , con il suo Consigliere Provinciale, Luigi Iadecola, titolare di Azienda Agrituristica e di un Centro Ippico, mostra le caratteristiche dei cavallini d’Esperia , impiegandone tre piccole dimostrazioni con bambini ed adulti, affinché si esalti in maniera tangibile la docilità e la facilità di addestramento dell’animale, la sua indole “buona e di compagnia” come cani e gatti.            

Seguici su Twitter Coldiretti Lazio

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi