23 marzo 2016

PSR LAZIO

"È chiaro che il bando più atteso sia quello rivolto ai giovani, ma sarebbe un errore circoscrivere a quella misura l'enorme potenziale del nuovo Piano di sviluppo rurale". Così Paolo De Ciutiis, direttore della Coldiretti di Frosinone, a margine del convegno con l'assessore regionale all'agricoltura Carlo Hausmann. "Dovremo saper sfruttare ogni altra misura del Psr, ma mi riferisco in particolare a quella che finanzia gli investimenti per l'innovazione dei processi produttivi e delle attività di  trasformazione. Per sopravvivere e crescere è obbligatorio stare al passo con i tempi. Le imprese - conclude De Ciutiis - non possono più limitarsi a produrre, ma devono strutturare una filiera interna per commercializzare i propri prodotti attraverso la creazione di una capillare rete di distribuzione sui mercati italiano ed estero. Questa è la vera sfida". "Guardiamo al Psr - aggiunge Vinicio Savone, presidente della Coldiretti ciociara - come risorsa strategica per ridisegnare e ristrutturare filiere agroalimentari che oggi esprimono evidenti potenzialità e chiari margini di crescita. Da qui al 2020 saremo al fianco degli imprenditori agricoli che, grazie al Psr, vogliono trasformare buone idee in buoni progetti".

Seguici su Twitter Coldiretti Lazio

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi