A TARQUINIA CON IL SINDACO MAZZOLA UN PROFICUO E INTRERESSANTE INCONTRO
6 agosto 2014

A TARQUINIA CON IL SINDACO MAZZOLA UN PROFICUO E INTRERESSANTE INCONTRO

“Ringraziamo il Sindaco Mazzola per l’ospitalità e per averci ricevuto nel palazzo del comune. L’incontro è stato utile, oltre che per una reciproca conoscenza, anche per poter dialogare sulle problematiche che attanagliano il settore agricolo e sui progetti che, come Organizzazione, stiamo portando avanti nella consapevolezza di voler tutelare il reddito delle aziende agricole dell’importante territorio della Maremma e più in generale della Tuscia”. Queste le parole del direttore provinciale di Coldiretti Viterbo Andrea Renna che,  con il neo-responsabile di comprensorio della Coldiretti di Tarquinia, Claudio Calevi ed il presidente locale dell’organizzazione, Alessandro Serafini, si è intrattenuto a lungo con il primo cittadino di Tarquinia. ”Abbiamo potuto illustrare al Sindaco anche le nostre perplessità circa il pagamento dell’aliquota dell’Imu per gli imprenditori agricoli sui terreni e fabbricati e, a tal proposito, abbiamo anche predisposto una richiesta al Sindaco Mazzola con la quale suggeriamo di rivedere tali provvedimenti” ha aggiunto Renna.
La Coldiretti, infatti, ha sottolineato come l’applicazione dell’imposta che, per quanto riguarda gli immobili agricoli, siano essi terreni o fabbricati, stravolge la disciplina precedente, oltre ad incrementare i coefficienti moltiplicatori delle rendite catastali sui terreni stessi arrecando in un momento particolare criticità notevoli agli imprenditori agricoli. “Abbiamo ricordato al Sindaco Mazzola la facoltà di ridurre l’aliquota prevista, sia per quanto riguarda i fabbricati rurali ad uso strumentale e abitativo, che per i terreni agricoli ed abbiamo avuto garanzie in questa direzione. Auspichiamo che a breve ci possano essere novità positive per i nostri soci e più in generale per gli imprenditori agricoli del comune di Tarquinia. La terra coltivata da una impresa agricola deve avere un trattamento fiscale ben diverso da quello riservato a chi la compra per fini speculativi o hobbistici. Al malumore dei nostri soci speriamo facciano seguito i provvedimenti del Sindaco” conclude Renna. Durante l’incontro si sono anche gettate le basi per una sinergia più concreta tra l’amministrazione comunale e la Coldiretti e, per questo, nei prossimi mesi verranno organizzate apposite riunioni ed incontri.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi