VINO: FOLTA RAPPRESENTANZA DI COLDIRETTI LAZIO A PALAZZO ROSPIGLIOSI PER GLI INCONTRI TERRITORIALI VITIVINICOLI
16 luglio 2015

VINO: FOLTA RAPPRESENTANZA DI COLDIRETTI LAZIO A PALAZZO ROSPIGLIOSI PER GLI INCONTRI TERRITORIALI VITIVINICOLI


La Coldiretti del Lazio ha partecipato con una rappresentanza di una sessantina di produttori, imbottigliatori e addetti del settore provenienti dalle cinque province all’incontro territoriale organizzato dalla Confederazione a Palazzo Rospigliosi insieme alle rappresentanze di Abruzzo e Campania.
Al centro dei lavori- curati da Gianluca Lelli, Capo dell’area economica confederale, dall’avvocato Paola Grossi a capo dell’ufficio legislativo della Confederazione, da Domenico Bosco responsabile nazionale del settore vitivinicolo e da un rappresentante nazionale del CAA- la presentazione del disegno di legge alla stesura del quale la Coldiretti ha contribuito con lo scopo di sburocratizzare gli adempimenti amministrativi che ruotano intorno al mondo del vino e alla semplificazione delle procedure. Infatti, non è possibile, sottolinea Coldiretti Lazio, che dalla vigna alla bottiglia l’imprenditore sia soffocato da oltre 70 adempimenti burocratici e dal confronto con ben 20 soggetti diversi che “costano” all’impresa in media 100 giornate di lavoro.
Nella proposta di Coldiretti, a dimostrare che sburocratizzazione non vuol dire meno controlli, è centrale la richiesta che questi siano realizzati non solo eliminando ripetizioni di adempimenti ma soprattutto siano centrati sull’analisi dei rischi.
Altri punti fondanti della proposta di Coldiretti sono l’istituzione di uno sportello unico degli adempimenti da realizzare attraverso il fascicolo aziendale e valorizzando l’autocontrollo dell’impresa;superare i vincoli che oggi impediscono la vendita diretta dei vini in ambito comunitario; eliminare gli adempimenti previsti dalle norme sulle accise in vigenza di aliquota 0; prevedere un interlocutore unico per l’export dei vini. In questo modo, secondo Coldiretti, è possibile eliminare o semplificare almeno 40 tra adempimenti e registri con una riduzione del 50% del tempo necessario alla burocrazia ma anche con una riduzione dei costi a carico delle imprese e della pubblica amministrazione.
Alcuni elementi di semplificazione sono già stati introdotti con il decreto legge “Campolibero”, in particolare l’istituzione del registro unico dei controlli e la dematerializzazione dei registri di cantina.
Nella seconda parte dell’incontro è stato illustrato il pacchetto di servizi che il CAA Coldiretti ha messo in campo per il settore vitivinicolo.
Un settore che nel 2014 ha prodotto 41 milioni e mezzo di ettolitri di vino attraverso il lavoro di 200 mila aziende, 1 milione 200 mila occupati e una superficie di 650.000 ettari con un giro d’affari di 14 miliardi di euro ed un fatturato di 9.
Ma a dimostrare che la competitività del settore vitivinicolo italiano è basata sulla qualità delle produzioni e sul loro legame con il territorio ci sono le 332 DOC, le 73 DOCG e le 118 IGT apprezzate in tutto il mondo con esportazioni che valgono 5 miliardi di fatturato e la metà dell’intera produzione italiana.
Nel Lazio, nel 2014 sono stati prodotti 1 milione e mezzo di ettolitri di cui 795 mila DOC e DOCG, 300 mila IGT e 460 mila di vino da tavola.
Il Lazio contra 3 DOCG (Cesanese del Piglio, Cannellino di Frascati, Frascati superiore), 26 DOC (EST!EST!!EST!!! di Montefiascone, Moscato di Terracina, Colli Lanuvini, Castelli Romani)  e 6 IGT.
Nel suo saluto, il segretario generale Vincenzo Gesmundo ha sottolineato come il settore del vino sia particolarmente emblematico ed evocativo del progetto di Coldiretti che punta alla valorizzazione dell’agroalimentare nazionale facendo leva sulla territorialità e identità dei territori da cui provengono.
Tutto il sistema di Coldiretti  è chiamato, ha evidenziato nelle sue conclusioni il membro di giunta Piergiorgio Quarto, a spendere le proprie energie per accompagnare il settore nei suoi percorsi di sempre maggiore competitività.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi